Marathon #08: Molise – Termoli 30/03/2012

Italian Version

Un altro grandioso week-end.. pienissimo e senza momenti di pausa, per prendere il massimo da un’esperienza che ricordero’ per tutta la vita.

Dalla malattia di mia madre, ho imparato l’importanza del tempo. Di come sia importante non rimandare a domani per non aver rimpianti, di come sia importante fermarsi un attimo per passare qualche ora tra amici e persone vicine e vivere insieme momenti che diventeranno ricordi condivisi. Mi rendo conto di essere veramente fortunato. Fortunato ad avere cosi’ tanti amici generosi che si fanno in quattro per raggiungerci anche solo per fare due chiacchiere o darci una mano in questa nostra avventura. Non ho parole.

Questi tre giorni di corsa sono partiti Venerdi’ 30 Marzo da Termoli, in Molise. Arrivati il mercoledi’ sera precedente, Lidia ed io abbiamo avuto un paio d’ore per noi il Giovedi per un bel giretto in bici per tenere le gambe in movimento. La corsa partiva da Termoli, per completarsi a Campomarino Lido, al campeggio dove alloggiavamo. Ho corso i primi 18km da solo per la bellissima Termoli, ricca di monumenti storici e con strane “palafitte” sul porto dalle quali calano le barche in mare. Lidia mi aspettava al km 18 con la bici, per fare il resto della corsa con me.

E’ stato bello continuare insieme e chiacchierare durante il percorso cambiato da quello originale causa una rotonda che non c’e’. Ancora una volta Google mi ha fatto uno scherzo: verso il km 20, ci aspettavamo di trovare una rotonda che collegava due strade invece al suo posto abbiamo trovato il nulla.. un campo che finiva sulle rotaie del treno con tanto di transenne e divieti d’accesso. Cosi’ ci siamo ritrovati a fare un po’ di giri in tondo e cambi all’ultimo minuto chiedendo consigli alle poche persone locali che ci vedevano spuntare dalle viette piu’ strane e piccole. Siamo riusciti a costruirci un percorso parallelo niente male, che passava tra le campagne dell’area per passare da Campomarino centro, con una bella parte in salita tanto per cambia’! Dicevo che mi piacevano le salite vero?

Dovendo improvvisare, abbiamo dovuto stimare le distanze. Siamo finiti a fare un paio di km in piu’ dei 42.2km e devo dire che li ho sentiti tutti. Infatti dal km 38 in poi ho fatto veramente fatica, le mie gambe erano pesantissime. Raggiunta la distanza maratona, ogni passo in piu’ e’ stato proprio una pena. Fortunatamente, una volta arrivati al campeggio, Lidia aveva gia’ pronto uno dei suoi super smoothies rigeneranti e dopo un bagno ghiacchiato nel mare ho ritrovato il sorriso.

Siamo partiti nel primo pomeriggio per raggiungere la prossima tappa, Ancona dove un amico ci aspettava.

English version coming soon!

Go back to the list of marathons

TAGS > , ,

Post a comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.